Skip to main content

Lo stalinismo in breve

Rank: 0

About

Gender:
Male
Lives in:
Germany
Rating:
0
vespista2-2 posted a new thought

Lo stalinismo in breve

- Urss rischia l’Isolamento
- Stalin puntava a potenziare il compromesso liberalista della Nep
- Le campagne vennero collettivizzate e ci furono diverse tensioni interne che Stalin tentò di attenuare con i piani quinquennali. In tali piani Stalin fissava degli obiettivi di produzione che non avrebbero mai raggiunto, per motivare i lavoratori ed avere sicuramente il minimo della produzione. (Es. Ho bisogno di 60, chiedo 100 ed ottengo sicuramente minimo 60)
- I contadini ribelli vennero deportati in campi di concentramento, i cosiddetti Gulag
- La collettivizzazione costò enormi costi umani
- Stalin riuscì tramite la sua politica ad aumentare la produzione ed industrializzazione della Russia sovietica a discapito del malcontento dei contadini
Stalin, grazie al successo dell’industrializzazione, volle puntare sul controllo della massa anche in ambito psicologico
-Continuarono le deportazioni nei campi di concentramento
-A sorpresa Stalin concluse un patto di non aggressione con la Germania, ciò sorprese -Francia ed Inghilterra, che stavano per concludere un patto antitedesco con Stalin. Perché? -Per guadagnare tempo? Non era convinto che i paesi occidentali vollero entrare in guerra? O puntava su un conflitto fra Germania e gli altri paesi europei? Misctero!
-Il patto non durò a lungo e la Russia venne attaccata dalla Germania nazista. La Russia ebbe la meglio e riuscì a penetrare fino a Berlino