Skip to main content

Villaggio,paese,città...aspetti e questioni di vita associata

1
andysus
1
andysus posted a new Thought

Villaggio,paese,città...aspetti e questioni di vita associata

L'urbanistica condiziona la tipologia di vita delle persone influenzandole nelle tradizione e nella cultura, come ci conferma, Levi Strawss, raccontando del villaggio dei Bororo . La vita di una persona è diversa, se vive in una grande città oppure in un piccolo paese.
I villaggi del 1492 , dopo che sono subentrati gli europei in America, sono stati stravolti, perché si sono dovuti adattare ad un nuovo padrone, che sfrutta quel territorio nel minor tempo possibile e con i massimi risultati. Ed i vecchi abitanti, gli indigeni, come il loro villaggio si è adattato come poteva diventando schiavi degli europei. Questo ha condizionato pesantemente anche il loro stile di vita e le loro aspettative morali, infatti molti si sono suicidati perchè non sono riusciti ad adattarsi Un altro problema di evoluzione dell'urbanizzazione è quella che si ha quando un paese si trasforma in una città, come ci fa notare C. Pavese (La luna e i falò, Enaudi). Perchè non abituato alla frenesia di una città. Gli abitanti non capiscono questo improvviso cambiamento e forse, per il popolo, era meglio prima con la valle e la piazza, dove tutti sapevano tutto e la popolazione si poteva contare sulle dita di una mano, perchè almeno non si sentivano disorientati. Tutto ciò ci porta a riflettere, perchè vuol dire che l'uomo è strettamente legato alla propria terra. Quindi anche gli uomini, che si sentono al sicuro, nelle loro città dovrebbero stare attenti. Infatti tutta questa tecnologia e frenesia li sta portando ad avere seri problemi, sia per loro che per l'ambiente. La città moderna ci ha portato ad uno stile completamente diverso di vita, oramai tutto è più veloce, il tempo, come il lavora e sembra che non c'è ne sia mai abbastanza, invece non è così perché una volta senza tutta questa tecnologia forse si stava meglio, si viveva con più calma, “S'aveva molto tempo a disposizione e la vita scorreva placida” - R. Tagore, A quel Tempo, Enaudi. Oramai la città ci sta condizionando sempre di più ad una non comunicazione, proprio perché non c'è ne il tempo. Così ogni conversazione diventa un SMS freddo e conciso, quasi come se ogni parola sprecata fosse un danno. Inoltre la città sta diventando sempre più industrializzata, ciò implica un aumento delle fabbriche e quindi dell'inquinamento.
La soluzione è la riprogettazione urbanistica e l'aggiunta di elementi naturali (questo facilità la riduzione di inquinamento) nelle città, questo renderebbe la vita di ogni cittadino migliore, perché agirebbe positivamente sul suo umore e favorirebbe l'attività fisica. “renderebbe la città un posto migliore senza discriminazioni razziali o di classe” - M.D. Lowe, World Watch, La nuova ecologia. Quindi una vita più agiata, per la popolazione. Inoltre una maggior ecologia nelle città renderebbe un maggior prestigio per L'Italia nei confronti dell'Europa,Infatti da uno studio L'Italia è al disotto della media europea. Questo studio è stato fatto in base a 20 parametri fra cui: inquinamento atmosferico,depurazione dell'acqua e la presenza di arre verdi e piste ciclabili. Helsinki e Berlino sono le città più eco-sostenibili d'Europa, agli ultimi posti sono situati Milano e Napoli (Galileo, 5 Luglio 2006).


{{data.UserRank}} {{data.UserRank}}

{{data.Username}} {{data.Username}} - {{data.Created | moment }}


Suggested Thoughts


il-mondo-di-dolly: I sordi e la sordità


amineleg: Root htc one sv


sslvj74: Domani il gran giorno