Skip to main content

Gabriele salvatores

3
olimpi
3
olimpi posted a new Thought

Gabriele salvatores

Dopo il diploma all’Accademia d’arte drammatica del Piccolo Teatro di Milano, fu tra i fondatori, nel 1972, del milanese Teatro dell'Elfo, che si distinse sin dagli esordi per la programmazione d’avanguardia.
Esordì nella regia cinematografica nel 1983, con un musical rock ispirato al Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare. Nei film successivi, tra cui Marrakech Express (1989) e Turné (1989), Salvatores sviluppò – avvalendosi anche della collaborazione di un gruppo di attori e amici affiatati come Diego Abatantuono, Gigio Alberti, Fabrizio Bentivoglio, Claudio Bisio e Giuseppe Cederna – quelli che sono stati per alcuni anni i temi centrali del suo cinema: i rapporti umani, la nostalgia del gruppo e il viaggio.
Nel 1991, con Mediterraneo, sceneggiato da Enzo Monteleone, vinse l’Oscar per il miglior film straniero. Dopo una fase transitoria, con opere solo parzialmente riuscite come Puerto Escondido (1992) e Sud (1993), sperimentò registri espressivi completamente diversi con il fantascientifico Nirvana (1997) e il grottesco e surreale Denti (2000), entrambi interpretati da Sergio Rubini, approdando poi alla frammentazione narrativa di Amnèsia (2002), nuovamente con Rubini e Abatantuono.
Successivamente Salvatores diresse Io non ho paura (2003), riuscita trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti che narra l’incontro di due bambini in circostanze tragiche, sullo sfondo dell’assolata campagna del Meridione, e Quo vadis, baby? (2005), giallo dalle atmosfere cupe e notturne girato in digitale.


{{data.UserRank}} {{data.UserRank}}

{{data.Username}} {{data.Username}} - {{data.Created | moment }}


Suggested Thoughts


passenger: Hai voluto la bicicletta?...adesso pedala!


SpeedHunter: Due nuovi video


SpeedHunter: Nuovo video